Cambio di nome per Assogenerici che diventa Egualia

Nel corso dell’Assemblea Pubblica del comparto equivalenti, biosimilari e value added medicines, Assogenerici ha annunciato un cambio di identità che la porterà a diventare Egualia – Industrie Farmaci Accessibili. Il nuovo nome veicola un messaggio di uguaglianza, come ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza, in linea con la mission aziendale che si propone di “rimuovere gli ostacoli per rendere accessibili le cure”.

Enrique Häusermann, presidente di Egualia, individua come punto cardine il cambiamento per correggere i punti deboli dell’industria farmaceutica, e dei generici in particolare, che sin dall’inizio dell’emergenza pandemica si è schierata in prima linea. I farmaci utilizzati ad oggi per la cura dei pazienti Covid in terapia intensiva sono infatti per il 70% generici. Per raggiungere un simile risultato sono stati affrontati importanti sforzi in termini di approvvigionamento.

Häusermann ritiene inoltre che i progetti approntati dalle aziende rappresentate da Egualia possano rientrare nel piano nazionale di rilancio. Gli investimenti legati a questi progetti ammontano a circa 250 milioni di euro in 26 mesi.

Mmg: Tamponi in studio e cure domiciliari ai pazienti Covid
Blocco Isf Calabria: chiesto un incontro con il Dipartimento di Salute

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde