Calabria: Gaudio rinuncia all’incarico. Siglato un accordo con Emergency

Eugenio Gaudio, neo commissario alla Sanità per la regione Calabria, ha comunicato di aver rinunciato all’incarico per ragioni personali. Si riapre dunque per il Cdm la questione legata alla Sanità calabrese e torna riproporsi il nome di Gino Strada, fondatore di Emergency. Quest’ultimo ha però dichiarato di non aver mai ricevuto alcuna offerta formale né di aver rifiutato una proposta di incarico, come comunicato attraverso i suoi canali social.

In merito alla questione, si è espresso in maniera dura il presidente della Regione Nino Spirlì, dichiarando che la nomina di Strada non arriverà in quanto “dovranno passare sul mio corpo per fare le nomine, non abbiamo più bisogno di commissari.” Aggiunge inoltre che “La Calabria non è l’Afghanistan” chiedendo il diritto di poter essere governata come tutte le altre regione d’Italia.

Ieri si è però definito un accordo tra la protezione civile ed Emergency per dare supporto alla sanità calabrese all’interno dei Covid Hotel, nei punti di triage degli ospedali e negli ospedali da campo.

Fondo farmaci innovativi: necessaria una riforma secondo lo Studio Delphi
Truffa da 347mila euro alla Asl di Teramo. Coinvolti un informatore e il Primario di Radiologia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde