Bimekizumab: quarta approvazione europea per idrosadenite suppurativa

Una svolta significativa nel trattamento dell’Idrosadenite Suppurativa (HS) potrebbe essere in arrivo, con una nuova raccomandazione dell’EMA riguardante bimekizumab. L’anticorpo monoclonale, già approvato per altre condizioni come la psoriasi, potrebbe presto ottenere l’approvazione anche per l’HS, offrendo una nuova speranza ai pazienti.

Bimekizumab, sviluppato da UCB e commercializzato come Bimzelx, ha superato con successo due studi di Fase III, dimostrando miglioramenti significativi rispetto al placebo nell’HS moderata o grave. Se questa raccomandazione verrà confermata, bimekizumab diventerà il terzo trattamento disponibile per l’HS nell’UE, accanto ad altri farmaci come adalimumab e secukinumab.

L’HS è una condizione debilitante caratterizzata da noduli, ascessi e fistole sulla pelle, che provoca non solo disagio fisico ma anche gravi problemi psicologici. L’approvazione di bimekizumab potrebbe offrire un nuovo sollievo per i pazienti, riducendo il numero di riacutizzazioni della malattia e migliorando la loro qualità di vita.

Deloitte svela come sarà la farmacia del futuro
Amazon e Retail Farmaceutico: Cosa Sappiamo e Cosa Rimane da Capire

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde