Arriva iDia, l’app di podcast dedicati ai diabetologi

L’app gratuita e riservata agli esperti, contiene highlight dalla letteratura e dai congressi, analisi dell’attuale situazione sanitaria, storie ed esperienze cliniche in ambito diabetologico e racconti in podcast che possono essere condivisi da tutti.

Anche il tempo, in qualche modo, è stata una “vittima” di Covid-19. Soprattutto quello degli operatori sanitari, la cui routine è stata stravolta dalla pandemia. Sia per chi è andato a rafforzare le file degli infettivologi coinvolti in prima linea nella lotta alla pandemia. Sia per chi ha continuato a svolgere la consueta attività clinica, ma si è trovato con nuove regole e soprattutto una mole di nuova letteratura da leggere. L’infodemia – l’epidemia di informazioni a cui siamo stati sottoposti in questi mesi – ha infatti disorientato sia i pazienti sia gli operatori sanitari. Un esempio su tutti è quello dei diabetologi, che dai primi mesi dell’anno a oggi hanno visto crescere esponenzialmente il numero di lavori scientifici su Covid-19 in relazione ai pazienti affetti da diabete. Per cercare di contrastare questo fenomeno e aiutare i clinici a orientarsi ricevendo un aggiornamento medico continuo, Novo Nordisk ha sostenuto lo sviluppo di una nuova app – iDia disponibile per iOs e Android – per fornire aggiornamenti continui ai diabetologi tramite podcast. Una modalità smart e fruibile in ogni momento che offre allo stesso tempo contenuti rilevanti. Obiettivo dell’app è infatti offrire agli specialisti diabetologi un servizio digitale, tramite contenuti audio, ideati per essere ascoltati in intervalli di tempo medio-brevi.

I tre cardini del progetto iDia per i diabetologi

Sono tre i cardini su cui si basa il progetto iDia secondo Leto. “Il primo è quello del supporto, per aiutare lo specialista nell’aggiornamento, fornendo highlight della letteratura più rilevanti. Il secondo è la condivisione – continua – l’usufruire delle esperienze dirette dei colleghi che mettono a disposizione i propri vissuti. L’app, infatti, è aperta, implementata da tutti i colleghi specialisti che vogliono condividere la propria esperienza con un testo scritto o un podcast sulle tematiche più disparate, in ambito diabetologico.

Infine, l’esigenza di assicurare ai nostri pazienti il meglio delle strategie terapeutiche a nostra disposizione. Il che è possibile solo utilizzando e implementando i primi due punti”. Se in questo momento l’attenzione è alta su Covid-19, l’app nasce in realtà per supportare gli specialisti anche oltre la pandemia. Ed è quello che si prefigge di fare una volta superata l’emergenza. Intanto, l’invito è aperto, sia a scaricare e utilizzare l’app, sia a contribuire con contenuti e candidarsi come opinion leader.

Kolinpharma® scala il ranking delle nutraceutiche posizionandosi al 76° posto
Fda, approvata la prima terapia digitale basata su un videogame

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde