Antitrust: Usa, Ue e UK intensificano i controlli sulle M&A farmaceutiche

L’antitrust intensifica le attività sulle operazioni di merger&acquisition per aziende farmaceutiche e digital companies. A partire dallo scorso marzo, la Commissione Europea ha confermato l’intenzione di monitorare in maniera più serrata le attività delle aziende appartenenti a questi due settori. Le ragioni sono legate alla condotta delle società che, in questi ultimi anni, sono spesso state colpevoli di illeciti anticoncorrenziali.

Si parla in questi casi di “killer acquisition”, vale a dire operazioni attuate dalle big di settore ai danni delle piccole realtà, con l’obiettivo di eliminare potenziali minacce future.

L’attenzione è alta non soltanto a livello europeo. Anche l’antitrust americana e inglese hanno acceso i riflettori.

Riscrittura del codice genetico dei batteri: novità per lo sviluppo di farmaci
AIFA: linee guida per sindrome trombotica associata a trombocitopenia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde