AIFA: Stefano Bonaccini, presidenza pro tempore sino a settembre

Il presidente della Conferenza delle Regioni e governatore dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, assumerà fino a settembre la presidenza dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). L’ha annunciato oggi il ministro della Salute, Giulia Grillo, al termine della Conferenza Stato-Regioni. “Abbiamo trovato una soluzione ponte per Aifa, che ci assicurerà la funzionalità del consiglio di amministrazione”, ha detto il ministro, spiegando che quella di Bonaccini sarà “una presidenza pro tempore di garanzia”. Grillo ha anche annunciato l’accordo sui vertici dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), dopo che oggi la Conferenza delle Regioni aveva proposto per la presidenza il nome dell’assessore alla salute del Veneto, Manuela Lanzarin.

Poi un tecnico alla guida di Aifa

La partita per il vertice di Aifa si chiuderà quindi dopo l’estate: “All’orizzonte, finalmente, a settembre, ci sarà una figura di tecnico che diventerà il presidente di Aifa e che è la figura che io avevo sempre chiesto e che questa agenzia merita. I nominativi che sono stati fatti momentaneamente a me andavano comunque bene, perché si trattava di figure tecniche, come avevo sempre sostenuto”. La poltrona della presidenza dell’Aifa è vuota da quasi un anno, cioè dalle dimissioni di Stefano Vella, presentate a fine agosto 2018. A dicembre dell’anno scorso le Regioni avevano proposto il nome di Antonio Saitta, a quel tempo assessore alla sanità del Piemonte e coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni. Un profilo politico, ma il ministero auspicava una figura tecnica. Da qui il lungo stallo.

Conferenza Stato-Regioni: Grillo, "provvedimenti importantissimi per il sistema"
Decreto prezzi, molti punti da chiarire. l'intervista a Claudio Jommi

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde