Aifa approva il vaccino di Moderna

È arrivato anche da Aifa il via libera per la somministrazione del vaccino contro il Covid di Moderna, il secondo approvato in Italia dopo Comirnaty di BioNTech/Pfizer autorizzato il 22 dicembre 2020. Sebbene dal punto di vista della sicurezza ed efficacia siano sovrapponibili, i due vaccini presentano alcune differenze come riportato dal sito Aifa:

  • Il vaccino Moderna è indicato a partire dai 18 anni di età, anziché dai 16 anni;
  • La schedula vaccinale prevede due somministrazioni a distanza di 28 giorni, invece che di almeno 21 giorni;
  • L’immunità si considera pienamente acquisita a partire da 2 settimane dopo la seconda somministrazione, anziché una;
  • Il vaccino viene conservato a temperature comprese tra i -15° e -25°, ma è stabile tra +2° e +8° per 30 giorni se in confezione integra;
  • Il flaconcino multidose contiene 6,3 ml e non richiede diluizione, è quindi già pronto all’uso.
Regione Calabria: garantito accesso ai vaccini anti-Covid anche agli Isf
Interrogazione a Regione Umbria per riconoscimento ruolo di ISF e inserimento in fascia 1 per il vaccino

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde