Entro il 2030 quasi metà dei medici del SSN in pensione

Andrea Filippi, segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn, denuncia la preoccupante situazione del SSN: “Entro il 2030 circa la metà dei medici andranno in pensione. Se non si interviene con urgenza il governo sarà responsabile del fallimento del Servizio sanitario nazionale”.

Filippi lo comunica nel corso della manifestazione nazionale che si è svolta a Roma al grido di “Salviamo la Sanità Pubblica”. In base ai dati provenienti dai report sull’occupazione nella Pubblica Amministrazione della Fp Cgil, emerge che l’età media dei medici e dei dirigenti impiegati all’interno del Servizio Sanitario Nazionale è superiore ai 55 anni.

Conti alla mano, entro il 2030 saranno ben 49mila i medici che termineranno al servizio, sui 112mila ad oggi attivi. Si tratta del 44% del totale.

Novartis: approvata prima terapia mirata per tumore prostata avanzato
Merck: 60% della produzione globale concentrata in Puglia

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde