11 ordinanze di custodia cautelare per furto di farmaci

«L’Agenzia del farmaco dà la possibilità di acquistare farmaci per ospedali anche con l’80 per cento di riduzione del costo – spiega Pignatelli, maggiore del comando dei NAS di Milano -, questa organizzazione realizzava guadagni che arrivavano al 50 per cento sul prezzo originale per un giro d’affari intorno ai 5 milioni di euro l’anno».
La merce veniva smistata in otto province, partendo da un distributore di Milano. «Perfino alcune case farmaceutiche, interpellate nel corso delle indagini, hanno ritenuto valide le fustelle (falsificate in una stamperia di Napoli, ndr) – continua il comandante -. Abbiamo dovuto far fare una perizia all’Istituto politecnico della Zecca dello Stato per accertarne la contraffazione».

11 le persone coinvolte tra hinterland milanese, Emilia Romagna e Campania.

Pubblicato il report AIFA sulla spesa farmaceutica gennaio - settembre 2018
controlli dei NAS: Continuano le irregolarità tra farmacie e parafarmicie da nord a sud

Flash news simili

Editoriali

L’esperto risponde