Il vero potere è la gentilezza: un’arma per uomini e donne coraggiose. Ma anche per i migliori ISF!

Il vero potere è la gentilezza: un’arma per uomini e donne coraggiose. Ma anche per i migliori ISF!

Marco Aurelio, filosofo e imperatore romano, definiva la gentilezza come “la gioia dell’umanità”. L’atteggiamento gentile è il vero segreto per trasformare ogni relazione sociale in rapporti duraturi, di profonda fiducia ed alleanza.

La vera forza per un informatore è la gentilezza, troppo spesso dimenticata da tutti noi (anche nelle relazioni tra vicini di casa e familiari) ma, se ci pensiamo bene, può essere la chiave di successo perfetta e soprattutto ci permette di ricaricarci e per vivere meglio con noi stessi e con gli altri.

Provare per credere! Fate questo esperimento: rispondete gentilmente ad una persona che, al contrario, si rivolge a voi con arroganza! Miracolosamente sarete corrisposti positivamente, scatenando negli altri emozioni empatiche e soprattutto vi sentirete in pace con voi stessi e con tutto quello che vi circonda. La gentilezza è un ingrediente essenziale per tenere insieme le persone, a qualsiasi livello, per non sprecare il nostro vero patrimonio: i rapporti umani.

Pensate quante volte capita nel corso di una giornata, magari più tesa del solito, di non essere gentili, di avere un atteggiamento da maleducati. La gentilezza è un dono del tutto sottovalutato, spesso scambiato con la debolezza e l’ingenuità.

Esercitare ogni giorno la gentilezza in un mondo che l’ha dimenticata, richiede un grande coraggio.

La pacatezza e la cortesia sono delle armi incredibilmente vincenti per avere un’influenza positiva sugli altri, in un sistema prevaricato dalla forza e dalla violenza, come spesso vediamo accadere sui Social.

Come dimostra la ricerca degli psicologi americani John Gottman e Robert Levenson, i piccoli gesti quotidiani inaspettati e gentili, rafforzano i legami e rendono felici chi li riceve. Secondo la psicologia sociale, infatti, saremmo più propensi a ricambiare ed essere gentili quando abbiamo ricevuto a nostra volta un favore.
Un meccanismo di riconoscenza indotta che dovrebbe fidelizzare il medico a prescrivere i nostri prodotti.

In altre parole, fate di tutto per essere ricordati dal medico come quelle persone che hanno fatto della gentilezza una loro filosofia di vita.

Ecco le 5 occasioni da non perdere per essere gentili con i medici:

  1. Essere gentili e disponibili con i pazienti in sala d’attesa.
  2. Iniziare la conversazione con il medico chiedendogli come sta e ascoltandolo senza interromperlo.
  3. Mostrarsi empatici, immedesimandoci nelle sue preoccupazioni da medico.
  4. Ricordarsi del giorno del suo compleanno con un piccolo messaggio di auguri.
  5. Regalare al medico il proprio sorriso, anche di fronte a tematiche e situazioni difficoltose da gestire.

Autore: Giovanna Adelizzi

Giovanna Adelizzi

Dopo una lunga e significativa esperienza più che decennale in Sakura Italia, prima come direttore marketing ed export e successivamente come direttore generale, oggi mi occupo di consulenza a 360° per le aziende farmaceutiche nel settore degli integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici. Premiata con il "Women Value Company 2019" della Fondazione Marisa Bellisario e inserita nelle prime 100 donne dell'anno all'interno della rivista Forbes 2019

Customer Relationship Management (CRM): il punto di vista degli ISF

Articoli correlati