Covid-19: Nóos e il suo esempio virtuoso

Covid-19: Nóos e il suo esempio virtuoso

Informatori.it dà spazio alle aziende che hanno scelto di fronteggiare il periodo emergenziale mantenendo coinvolti i propri collaboratori attraverso l’unione virtuale necessaria in questo periodo.

Oggi presentiamo l’approccio di Nóos Srl, azienda farmaceutica italiana in forte crescita, operante nello sviluppo e nella commercializzazione di farmaci, dispositivi medici ed integratori alimentari, titolare di licenze, brevetti internazionali e marchi affermati sul mercato.

Mattia Moretti, Busness Developer di Nóos, afferma:

“La sfida di Nóos ai tempi del Coronavirus è continuare a mantenere unito il team dei collaboratori e sostenere medici e pazienti di tutta Italia, rimanendo in contatto ancora più di prima.

Il digitale ci sta aiutando a prendere solo il meglio dello smart working, minimizzando i lati negativi.Noos_PostFotoAM_okSmall

  1. Mancanza di confronto con i colleghi
    Il caffè virtuale delle 11:00, sorseggiato e condiviso via Skype per garantire la comunicazione con il team.
  2. Difficoltà nella gestione del lavoro e del tempo libero
    Abbiamo calendarizzato l’attività di ognuno attraverso obiettivi settimanali e giornalieri.
  1. Eccessive distrazioni
    Stiamo utilizzando tutti gli strumenti digitali a nostra disposizione, ma abbiamo anche condiviso un codice di condotta con orari e appuntamenti programmati.

Quando tutto questo sarà finito saremo persone e professionisti migliori!”

 

Autore: Vittorio Cassisi



Decreto Cura Italia - Quali novità per gli ISF? Domande e Risposte dal Webinar
Chiarimenti sulle sospensioni deliberate dalle Regioni

Articoli correlati